Pomodoro

0 out of 5

Il pomodoro (Solanum lycopersicum, L. 1753 – identificato secondo il regolamento fitosanitario internazionale Lycopersicon esculentum (L.) Karsten ex Farw. (cfr. classificazione botanica), della famiglia delle Solanaceae, è una pianta annuale i cui frutti, bacche plurisperme dal caratteristico colore rosso, sono largamente utilizzati in ambito alimentare in molti paesi del mondo.

Categoria: .

Allevate Il pomodoro: Segui la guida di Zr-giardinaggio per colivare e far crescere i tuoi pomodori sani e gustosile piante a cordone, staccando i getti che si formano alle ascelle delle foglie (ossia dove le foglie si inseriscono sul fusto o sui rami). Ricordate che questi getti ascellari sono sterili, mentre i grappoli di frutti si formano sui rami diretti del fusto.
Staccate quindi i getti sterili man mano che compaiono: in tal modo viene aumentata la produttività delle piante. Se siete un fumatore e le vostre dita sono sporche di tabacco lavate le bene prima di iniziare il lavoro oppure usate un coltello a serramanico. I pomodori sono molto sensibili al virus del tabacco e c’è pericolo che lo trasmettiate con le vostre dita! Mentre le piante continuano il loro sviluppo bisogna legarle bene ai loro sostegni, ad intervalli regolari, per mantenerle perfettamente verticali, oppure far passare loro attorno una apposita funicella. Le cultivar nane sono meno esigenti in fatto di sostegni oppure non ne necessitano affatto. Un modo molto facile di applicarli è quello di usare aste piuttosto corte e di legare le piante in un solo punto; quindi si fa correre una cordicella alternativamente al di qua e al di là delle piante, da un’asta all’altra. Le piante tenute a cespuglio posseggono fusti che ramificano naturalmente più numerosi e più flessibili. Esse non richiedono sostegni, ma quando i frutti si ingrossano il loro peso farà curvare il ramo fino a terra.